Musei, monumenti e siti archeologici più visitati di Roma

Quali sono i luoghi di cultura più visitati di Roma ce lo segnalano ogni anno i numeri elaborati dagli uffici che si occupano di statistica del Ministero per i Beni e le attività culturali Mibac. Più visitati corrisponde ai musei e monumenti più belli di Roma.

Ovviamente non sono indicati da quegli uffici i dati relativi agli spazi gestiti direttamente o indirettamente dal Comune di Roma (Musei Capitolini, Ara Pacis, Macro, Mercati di Traiano, Macro Testaccio, Palazzo delle Esposizioni, Scuderie del Quirinale e altri) oltre a quelli del Vaticano (Musei Vaticani, La cripta di San Pietro, i Giardini vaticani) che in questo articolo segnaleremo ad uso e consumo dei nostri lettori.

IL PRIMATO NAZIONALE

Il Colosseo: è il monumento statale più visitato, anche grazie al recente restauro che ne ha restituito l’antico splendore

Come era stato per il 2017 (e negli anni precedenti), anche nel 2018 il monumento più visitato in Italia è risultato essere il Colosseo con 7.650.519 visitatori (incremento rispetto all’anno precedente del +8,73%). Merito anche del restauro finanziato da Tod’s che ha restituito le facciate esterne all’antico splendore. I Musei Vaticani non riescono a sorpassare il Colosseo benchè quelle collezioni si piazzino al quinto posto nella classifica dei musei più visitati al mondo (dopo Louvre di Parigi, Met di New York, British Museum di Londra e National Gallery di Londra, questi ultimi però unici ad ingresso gratuito). C’è un altro monumento che a Roma batte entrambi questi luoghi di cultura: si tratta del Pantheon che nel 2017 ha totalizzato 8 milioni di persone che vi sono entrate. Questo primato sembra però essere destinato ad essere abbattuto da una decisione assunta dal Ministero per i Beni Culturali d’intesa con il Vicariato (l’edificio ospita la chiesa Santa Maria ad Martyres): dal 2 maggio 2018 si paga un biglietto di 2 euro per accedervi.

Il Pantheon: dal 2 maggio 2018 biglietto a pagamento di 2 euro

Un altro monumento tra i più noti e frequentati dai turisti è Castel Sant’Angelo (sesto posto nella top ten nazionale), nonostante un calo di presenze: nel 2018 sono stati staccati 1.113.373 biglietti, -3,62% rispetto all’anno prima. Tra i luoghi di cultura di Roma, primeggia la Galleria Borghese, scelta nel 2018 da 609.423 visitatori (+7,11%). Una volta a Roma, merita senza dubbio recarsi a fare una visita a quelli che sono gli istituti del Circuito del Museo Nazionale Romano (Palazzo Massimo, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano, Crypta Balbi) che costituiscono l’eccellenza nei ritrovamenti archeologici romani: nel 2018 ben 349.264 turisti l’hanno fatto. A proposito di resti romani, tra i più gettonati c’è anche il Circuito Archeologico  che include le Terme di Caracalla, la Tomba di Cecilia Metella e Villa dei Quintili, visto da 233.090 visitatori nel 2018. Altro monumento ad alta affluenza (anche perché l’ingresso è gratuito, ad eccezione dell’Ala Brasini di via San Pietro in Carcere e degli ascensori per accedere alla terrazza) è il cosiddetto Vittoriano meglio nota ai romani come “la macchina da scrivere”, il monumento elevato a Vittorio Emanuele II e dedicato al Milite Ignoto (piazza Venezia): nel 2016 gli accessi sono stati 455.994. Interamente dedicato alle popolazioni etrusche ed ai rapporti prima con la Grecia e poi con Roma è il Museo Etrusco di Valle Giulia preferito da 70.386 visitatori.

Per i tuoi viaggi a Roma scegli una location elegante, confortevole, centralissima, dall’ottimo rapporto qualità/presso proprio davanti alla stazione Termini ed ai terminal bus gli aeroporti: ROMA CENTRALE FIDELIS

I MUSEI VATICANI

La basilica di San Pietro, centro mondiale della Cristianità

Roma oltre che sede dell’antico Impero che dominò il Mediterraneo, parte del Nord Europa e l’Asia medio orientale, è anche centro della Cristianità mondiale. La Cattedra di Pietro nei secoli ha raccolto capolavori d’arte, di architettura e cultura che fanno di Roma la sedi più prestigiosa e visitata. QUI PUOI TROVARE LA MIGLIOR SISTEMAZIONE TURISTICA VICINA AL VATICANO.

Il sistema dei Musei ospitato nella Città del Vaticano accoglie i Musei Vaticani con la Cappella Sistina (viale Vaticano snc), la Basilica di San Pietro con la cripta dei papi, i Giardini papali e molte altre bellezze visitabili solo con gruppi organizzati. Sono stati 6.427.000 (fonte associazione no-profit Themed Entertainment Association TEA) i visitatori che nel 2017 hanno avuto accesso a questi tesori (+5,9% rispetto all’anno prima), dei quali proprio da quell’anno sono entrate a far parte anche le collezioni numismatiche e filateliche. Il complesso della Città del Vaticano è il solo museo di Roma presente nella top 20 mondiale: in graduatoria occupa il quinto posto.  

La Cappella Sistina, capolavoro visitato da oltre sei milioni di persone



Booking.com

I MUSEI CIVICI

E’ ricca ma ancora non adeguatamente valorizzata a sfruttata, l’offerta di luoghi della cultura gestiti per conto del Comune di Roma da Zetema. Il più interessante, anche per affluenza, è senza dubbio quello dei Musei Capitolini in piazza del Campidoglio: ogni anno vi si reca quasi mezzo milione di persone (455.464 nel 2015). Seguono i Mercati di Traiano (via IV Novembre  94) con 274.260 visitatori nel 2015 e l’Ara Pacis (Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) con 217.730 biglietti staccati. Più legati al valore delle mostre sono invece le strutture espositive: Le Scuderie del Quirinale (via XXIV Maggio 16) sono state viste da 281.984 persone e il Palazzo delle Esposizioni (via Nazionale 194) da 178.831.

L’originale della stata equestre di Marco Aurelio esposta nei Musei Capitolini

Tra i musei civici di piccole dimensioni ma che rappresentano dei gioielli per valore storico e architettonico, suggeriamo di non mancare nel visitare i Musei di Villa Torlonia allestiti nella vecchia residenza di Benito Mussolini (via Nomentana 70) scelti da 84.918 persone, il Museo di Roma nell’ex convento carmelitano seicentesco in Trastevere (di Piazza S. Egidio, 1/b ) scoperto da 76.124 visitatori e la Centrale Montemartini che unisce archeologia romana con archeologia industriale (via Ostiense 106)  con 44.069 biglietti strappati.

VICINO ROMA

Villa d’Este a Tivoli

Particolarmente attrattivi per la loro storia, per la loro architettura e per la bellezza ineguagliata, tre siti che si trovano fuori Roma (a Tivoli e a Ostia Antica) e che pure ottengono largo consenso e un’altra affluenza nonostante la scarsa pubblicizzazione e la difficoltà per raggiungerli con i mezzi pubblici. A Tivoli (in treno da Termini FL/2 in metro più bus B fermata Rebibbia e Cotral per Subiaco) la magica Villa d’Este nel 2018 ha riscosso la preferenza di 485.555 visitatori (+5,32%) e la magnifica Villa Adriana ha strappato 242.964 biglietti (anno 2017).

L’anfiteatro di Ostia Antica

A Ostia (da Termini metro B fermata Piramide più treno Roma-Lido fermata Ostia Antica) gli Scavi romani continuano a perdere visitatori rispetto agli anni precedenti ma restano comunque una grande attrattiva di valore e pregio pari a Pompei: nel 2018 sono stati 301.681 (-3,12% rispetto all’anno precedente)  i turisti che hanno scoperto le rovine romane. L’Anfiteatro, tenuto vivo a duemila anni di distanza con un ricco programma di spettacoli estivi, è il pezzo forte del parco archeologico insieme con il Museo.



Booking.com

Add Comment

*

code