Arti e mestieri della antica Roma nella rievocazione storica (VIDEO)

Arti e mestieri della antica Roma rivivono grazie alla passione e all’impegno di un gruppo di volontari per i quali la rievocazione storica è senza dubbio una tipologia di evento molto efficace per la divulgazione e comprensione della Storia in ogni sua epoca.

Lo sa bene la dirigenza del Parco archeologico di Ostia che ha programma una serie di eventi legati alla rievocazione di arti e mestieri ambientata nelle strutture riportate alla luce all’interno dell’area alla foce del Tevere.

Domenica 13 maggio si sono mostrati nel loro ambiente 18 figure di artigiani diversde: tector (affrescatore), tessellarius (mosaicista), aurifex (orefice), figulus (ceramista), sutor (calzolaio), coriarius (conciatore), faber hydraulicus (idraulico), faber ferrarius (fabbro) e faber lignarius (falegname). Sabato 19 e domenica 20 maggio, dalle ore 10,00 alle 18,00, sarà la volta della vita degli ultimi, dalla condizione di schiavo a quella di liberto, ai quali si affiancheranno il farmacista ed il medico dell’epoca.

Essere sapienti non bastò​ loro​ ad evitare la schiavitù: gli scrittori Livio Andronico e Terenzio​,​ come lo storico Polibio,​ dovettero attendere la meritata manumissio per vedersi riconosciuto lo status di liberto, figura spesso responsabile dell’istruzione da impartire alla prole dominicale. Meno fortunati dei colleghi intellettuali, altri schiavi dovevano provvedere all’igiene personale del dominus e dei suoi familiari e occuparsi di tutti i lavori più umili. Ma la competizione sociale tra i nuclei familiari più sofisticati scatenava la passione per l’acquisto di schiavi con propensioni artistiche: per poter vantare, con gli ospiti, danzatrici leggiadre, come quelle che allieteranno la domus della Fortuna Annonaria, a Ostia Antica, domenica 20 maggio.

Dal Capitolium al Foro saranno impegnati 22 rievocatori scelti dall’associazione culturale Suadela. Le situazioni riproposte dai rievocatori si svolgeranno proprio dove avvenivano duemila anni fa: tutto parte dalla grande asta dei nuovi arrivi, la vendita degli schiavi che doveva tenersi al centro di Ostia, nell’area del Foro: Capitolium, spazio antistante la scalinata – Il mercato degli schiavi: Sarà messa in scena un’asta degli schiavi di cui sarà illustrata la diversa provenienza, le mansioni e le specialità di ognuno.  Domus della Fortuna Annonaria  –  La schiavitù. Si tratta di una postazione didattica dedicata al mondo della schiavitù e al ruolo sociale che ricoprirono schiavi e liberti nella società romana. Domus della Fortuna Annonaria – L’Igiene  personale. L’argomento verte sulle modalità in cui in epoca romana si provvedeva all’igiene personale con particolare riferimento a quegli schiavi domestici destinati a questo compito. La Caserma dei Vigiles. Liberti al servizio del corpo dei Vigiles e ricostruzione delle tecniche d’intervento di soccorso e al mantenimento dell’ordine pubblico. ​Caseggiato di Diana e Via della Casa di Diana: Medicina e farmacopea. Verrà  ricreata un’officina di farmaci e verrà proposta la ricostruzione di un intervento secondo le tecniche di chirurgia  praticate all’epoca.: unguenti e ingredienti naturali ma anche barelle e strumenti per tagliare, suturare, perforare, lavare e anestetizzare.

Rievocazione di un’acconciatrice al lavoro nel suo ambiente

Merito dell’Associazione Culturale Suadela se questi particolari eventi scenografici e attoriali consentono di promuovere il patrimonio artistico, architettonico, archeologico e storico del territorio in modo immediato e adatto ad ogni fascia di età. Pur avendo una vocazione divulgativa e didattica, gli eventi di rievocazione storica organizzati e realizzati dai volontari di Suadela sono degli spettacoli dal vivo a tutti gli effetti, in abiti e allestimenti storici, costituiti dalla ricostruzione di scene di vita quotidiana, da momenti di intrattenimento già in voga all’epoca e da rappresentazioni di fatti realmente accaduti in loco secondo la formula denominata “Storia Viva”.

Un decoratore sul banco di lavoro

L’ Associazione Culturale Suadela annovera tra i suoi associati la presenza di un archeologo impegnato della direzione scientifica degli eventi a garanzia della qualità culturale degli stessi e della consulenza di altri studiosi delle epoche rievocate.

Tags:

Add Comment

*

code